Io credo nel rosa. Io credo che ridere sia il modo migliore per bruciare calorie. Io credo nei baci, molti baci. Io credo nel diventare forte quando tutto sembra andare storto. Io credo che le ragazze felici siano le ragazze più belle. Io credo che domani sarà un altro giorno, ed io credo nei miracoli. -- Audrey Hepburn

domenica 20 marzo 2011

Carciofi ripieni semplici

Eccomi qui con una  ricettina veloce con i carciofi,che a me piacciono tanto e poi diciamolo...hanno un sacco di virtu' e fanno bene,cosa che non guasta in questo periodo di "tentativi" mal riusciti di mettersi a dieta.....
Non so voi,ma io per la "prova costume" non sono mai pronta.....rimando rimando e poi arriva giugno che manco te ne sei accorta.Una mia amica dice che " tanto l'abbronzatura fa bella comunque" ...... percio' ci pensero' un altra volta,tanto siamo ancora a marzo....eheheheh.
Bando alle ciance e torniamo alla ricetta.L'altro giorno avevo acquistato 3 bei carciofi romani (amiche romane voi li chiamate mammole o mamme vero?)avevo intenzione di farli ripieni nel modo classico,con uovo e formaggio,ma poi vengono un po' calorici....allora niente formaggio e niente uovo.

INGREDIENTI:
 3 carciofi
 1 mazzetto di prezzemolo
 aglio q.b.
 capperi q.b.
 pangrattato q.b
 olio Evo 4 cucchiai circa
 1 limone (per acidulare l'acqua )


PROCEDIMENTO:
  
Il procedimento per pulirli e' il solito:prima preparo una bacinella di acqua e limone per "tuffarceli" quando li ho mondati,per non farli diventare neri.Io uso i guanti,altrimenti le unghie e le mani diventano "impresentabili".
Poi taglio abbastanza punte e tolgo molte foglie,in modo da lasciare quasi solo il cuore del carciofo.
Quindi li taglio a meta nel senso della lunghezza e tolgo la peluria che hanno all'interno.
Nel frattempo preparo un battuto con un bel mazzetto di prezzemolo,aglio( qui va a gusto la quantita') ,2 cucchiaiate di capperi (sciacquateli se sono sotto sale) e un po' di pangrattato ,poi amalgamo il tutto con un po' di olio EVO.
Con questo bel "pastoncino" vado poi a riempire le mie meta' di carciofo,cercando di far andare un po di composto anche tra le foglie.
Li sistemo quindi in una pentola e aggiungo un po' d'acqua,non proprio da coprirli.



Bagnarli poi con un "giro" di olio EVO e cucinare a fuoco medio per circa 30/40 min.
Quando l'acqua si sta per consumare dare una spruzzata di vino bianco e lasciare evaporare il tutto.
Controllare che non si attacchi il fondo,nel caso aggiungere ogni tanto un po' di brodo vegetale preparato in precedenza.



Impiattare con un po' di sughetto e un ciuffo di prezzemolo.Buon appetito!!!


lunedì 14 marzo 2011

Carnevale

Se aspetto ancora un po',arriva Pasqua.......vabbe' il carnevale e' passato da poco,cosi metto un po' di foto.
A me piaceva molto un carro (non mi ricordo come si chiama...) inerente alla cucina,con tanti cuochi con tanto di cappello.

Un po' di frutta di un gruppo locale

Gli sbandieratori del palio di Asti

ne hanno fatta di strada per arrivare fin qui........

A casa mia,direttamente dagli USA e' venuta a farmi visita
                        Lady Gaga
 
la ringrazio per la disponibilita'.....ehehehehehe
Fortunatamente era una bella giornata di sole,cosi i carri sono stati numerosi,cosi come i gruppi.
C'era anche Capitan Ventosa,un gruppo di ballerine brasiliane veramente molto brave,per la gioia di tutti i presenti (maschietti),che non sono riuscita a fotografare.
Tutto sommato un bel Carnevale    ^______^.

martedì 8 marzo 2011

Un augurio che duri 365 giorni.....

......perche' non voglio essere ricordata solo oggi, ma sempre.Per cio' che sono e per come sono.Con tutti i miei difetti e pregi. Questa festa e' diventata ormai come tutte le altre,solo "business" e forse ha perso un po' il vero significato .Grazie quindi a tutte quelle donne ,grandi e piccole che ci hanno permesso di essere libere nella societa',nella famiglia e nel lavoro.Non dimentichiamoci pero' di quelle donne meno fortunate,che questa liberta' non l'hanno ancora ottenuta.
Come regalo vi lascio una poesia che a me piace molto :


Ogni volta in cui, crescendo, avrai voglia di cambiare le cose sbagliate in cose giuste, ricordati che la prima rivoluzione da fare è quella dentro se stessi, la prima e la più importante.
Lottare per un’idea senza avere un’idea di sé è una delle cose più pericolose che si possano fare.
Ogni volta che ti sentirai smarrita, confusa, pensa agli alberi, ricordati del loro modo di crescere.
Ricordati che un albero con molta chioma e poche radici viene sradicato al primo colpo di vento, mentre in un albero con molte radici e poca chioma la linfa scorre a stento.
Radici e chioma devono crescere in egual misura, devi stare nelle cose e starci sopra, solo così potrai offrire ombra e riparo, solo così alla stagione giusta potrai coprirti di fiori e di frutti.
E quando poi davanti a te si apriranno tante strade e non saprai quale prendere, non imboccarne una a caso, ma siediti e aspetta.
Respira con la profondità fiduciosa con cui hai respirato il giorno in cui sei venuta al mondo, senza farti distrarre da nulla, aspetta e aspetta ancora. Stai ferma, in silenzio, e ascolta il tuo cuore.
Quando poi ti parla, alzati e va’ dove lui ti porta.
Susanna Tamaro, Va dove ti porta il cuore


BUONA FESTA DELLA DONNA !!!

Un abbraccio a tutte voi  ^___^

Cinzia


martedì 1 marzo 2011

Torta di compleanno

Eccomi di nuovo qui,dopo una breve "sosta forzata" causa influenza.Niente di che',ma la voglia di stare al PC non c'era proprio....Questa torta l'ho fatta ancora la scorsa settimana,per il compleanno della mia mamma.
Per fare la base ho usato la miscela Fantasia di Torte della Molino Chiavazza.
Apro una parentesi su questa miscela,che e' veramente facile e veloce da preparare.dentro la confezione c'e' un piccolo ricettario,dove puoi scegliere tra 10 ricette,variando solamente gli ingredienti da aggiungere.
Io dovendo fare una base per una torta di compleanno,ho scelto la Torta al Succo di Arancia, la foto che c'e' sul ricettario mi ispirava proprio :D
Ingredienti: Il preparato per torte del Molino Chiavazza
                 4 uova
                 120gr di scucco di arancia (io ho aggiunto il succo di un limone piccolo del mio albero :D)
                 1 etto di burro morbido
                 la buccia grattugiata di un arancia (io del mio limone,che non e' trattato)



Preparazione: In una ciotola sbattere a spuma le uova con il burro morbido.Senza smettere di mescolare ,unite un po' alla volta il preparato.

Versare poi il succo di arancia aromatizzato con la buccia grattugiata dell'agrume.Amalgamare bene e versare il composto in una tortiera precedentemente imburrata e infarinata.

Mettere la tortiera in forno statico preriscaldato a 180* per circa 40 minuti (dipende dal vostro forno).
Quando la torta sara' cotta (prova stecchino  :D ),sfornare e lasciare raffreddare.

Lo stampo doveva essere di 22cm,ma purtroppo io avevo quello grande da 26....cosi' e' venuta un po' bassina....

Decorazione:  Per farcire la torta ho usato il preparato per Crema Pasticcera Molino Chiavazza  senza cottura.Si aggiungono solo 300ml di latte a temperatura ambiente (per una busta) ,con lo sbattitore elettrico lavorare il tutto per alcuni minuti.Conservare poi la crema in frigorifero,fino al momento della farcitura.


Tagliare la torta in 2 dischi e farcire con la crema pasticcera.Decorare la torta a piacere.
Io ho messo la targhetta "AUGURI" comperata,mentre con un Marshmallow ho fatto il fiocchettino.






Confettini tutto intorno, et voila'  ,la torta e' pronta !!!
Chi l'ha assaggiata ha fatto il bis, quindi doveva essere BUONAAAA.In effetti la base viene molto soffice e profumata,da riprovare senz'altro.

Un saluto a tutte e un abbraccio  :D
Cinzia